domenica, Aprile 14, 2024
HomeMondoIl gesto di Ranieri a Di Francesco: un segno di rispetto o...

Il gesto di Ranieri a Di Francesco: un segno di rispetto o una mossa tattica?

Non è passato inosservato il gesto di Claudio Ranieri a Eusebio Di Francesco in un Cagliari-Frosinone che ha avuto dell’incredibile. I ciociari infatti erano passati sul 3-0 all’inizio della ripresa con la doppietta di Matias Soulè, gioiellino in prestito dalla Juventus, e rete di Brescianini. Nella prima frazione di gioco c’era stato anche un rigore fallito alla mezz’ora da Mancosu che avrebbe potuto ristabilire il pareggio. Negli ultimi venti minuti i sardi però erano riusciti a ribaltare la gara andando addirittura a vincerla 4-3 con i gol di Oristanio, Makoumbou e una doppietta del solito Leonardo Pavoletti.

Da gran signore Ranieri, uomo di sport da tutta una vita, si è recato dall’avversario sconfitto non per sbeffeggiarlo della rimonta clamorosa ma per abbracciarlo calorosamente e rincuorarlo. Sembra un gesto banale ma basta guardare negli occhi del tecnico romano per capire subito la sua eleganza. Il mister sembra quasi dispiaciuto nei confronti di un collega più giovane che capisce, che comprende, in un momento di difficoltà. E anche se qualcuno ha parlato di mossa tattica per ben apparire, in realtà Claudio non ha bisogno di spiegazioni per il grande signore che è sempre stato sia dentro che fuori dal campo.

Le parole di Ranieri

Claudio Ranieri ha dimostrato rispetto per Eusebio Di Francesco, il nemico sconfitto con un risultato incredibile, ma nonostante questo è inevitabile che fosse felice per la sua squadra. Lo dimostrano anche le parole alla fine della gara quando ha specificato: “Questa squadra non si arrende mai, ha davvero un cuore immenso, dimostrato l’anno scorso in Serie B e fatto vedere in questa partita. Nonostante gli errori e le giocate del Frosinone nel primo tempo avevamo avuto anche noi delle occasioni buone. Dal settantesimo in poi siamo riusciti a cambiare volto ad una partita che sembrava finita”.

Non tutti se lo ricorderanno, è accaduto anche a lui

Claudio Ranieri è un uomo di grandissima esperienza. Il classe 1951 è allenatore dal 1986/87 stagione dopo il suo ritiro da calciatore. Ha iniziato sulla panchina del Vigor Lamezia, guidando squadre molto importanti, sedendosi sulle panchine di praticamente tutte le big del calcio italiano eccezion fatta per il Milan. Ranieri infatti ha allenato Napoli, Fiorentina, Inter, Roma e Juventus, ma il risultato storico l’ha fatto sulla panchina del Leicester quando ha vinto la Premier League in maniera del tutto inattesa.

Proprio per questo conosce il calcio e sa bene come ci si sente in queste circostanze, anche perché di andare avanti 3-0 e poi perdere 4-3 è successo anche a lui nonostante non tutti se lo ricorderanno. Correva la stagione 2010/11 e la sua Roma andava a Marassi per affrontare il Genoa. All’inizio della ripresa Francesco Totti metteva la ciliegina sulla torta di quella che sembrava una gara tutta in discesa, era il 3-0 dopo i gol nel primo tempo di Mexes e Burdisso. Subito dopo però la gara la riapriva Palacio che avrebbe segnato una doppietta così come il compagno di squadra Alberto Paloschi.

Anche in quel caso Claudio si dimostrò uomo di grandissimo spessore umano e si fece da parte nonostante l’amore incredibile sempre dimostrato per la squadra di cui è da sempre tifoso e della città che gli ha dato i natali. A fine gara fu proprio lui a specificare: “Ho pensato sempre al bene della Roma e dopo una partita come quella di oggi ritengo sia giusto dare un segnale. Alla fine della partita sono andato negli spogliatoi per ringraziare la squadra e ho deciso di rassegnare le dimissioni”.

Redazione
Redazione
Mi chiamo Giulian, sono una SEO Copywriter e Web Content Specialist, classe 1995. Ho iniziato a scrivere da piccola e da allora non ho mai smesso. Mi sono laureata in Scienze Politiche e ad oggi scrivo di gossip, lifestyle, cinema, economia e politica.amo scrivere e apprendere costantemente cose nuove Trovo che il mestiere del giornalista sia uno dei più affascinanti che esistano. Ti consente di apprendere, di conoscere il mondo, farti conoscere e di entrare in simbiosi con il lettore
RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments