mercoledì, Dicembre 7, 2022
HomeLifestyleChi è Diego Simeone? Allenatore, Maradona, stipendio netto

Chi è Diego Simeone? Allenatore, Maradona, stipendio netto

Diego Simeone è un allenatore di calcio e un ex calciatore, il cui nome in queste ultime ore impazza tra i giornalisti e le tifoserie. A far “fischiare” le orecchie a El Cholo sono i tifosi e i giornalisti che accostano il talento del figlio Giovanni, attualmente giocatore del Napoli, a quello del padre. Secondo le fonti calcistiche, il giovanissimo Simeone è l’unico argentino ad aver eguagliato il primato di un conterraneo, ossia segnare 4 goal rispettivamente nelle prime 4 presenze nella gara Champions. E il bello di questa news risiede nel fatto che a perdere l’esclusività di questo record è “un papà” per mano, ops, per il piede del figlio. Ieri sera, il calciatore partenopeo sigla la vittoria del Napoli contro i Rangers con una bellissima doppietta nello stadio Diego Armando Maradona.

Diego Simeone: carriera da calciatore

Papà Simeone nasce nella città argentina di Buenos Aires il 28 aprile del 1970. Il suo soprannome – citato poc’anzi – significa letteralmente “incrocio di razze” e fa riferimento non solo alle sue origini italo-spagnole. Questo nomignolo gli viene attribuito dal suo allenatore Victorio Spinetto quando è ancora un ragazzino in erba. Il suo modo di giocare ricorda lo stile del difensore argentino Carmelo Simeone, battezzato con lo stesso soprannome. La carriera calcistica di Diego inizia nella squadra Velez Sarsfied, dove resta per ben 3 anni. In seguito, dato che il suo talento non passa inosservato ai talent scout italiani, viene ingaggiato dal presidente Romeo Anconetani per la squadra del Pisa, all’epoca in serie A. L’argentino gioca la sua prima partita con la maglia del club italiano il 9 settembre del 1990 contro la squadra del Bologna. La sua permanenza in Italia dura 2 anni a causa di risultati scarsi, che lo portano a essere ceduto prima al Siviglia e poi all’Atletico Madrid. Ed è proprio quest’ultima squadra a sancire la svolta nella carriera di Simeone. Tutto accade nel 1996 con la vittoria della Liga e della Coppa del re.

Il suo ritorno in Italia è consacrato con l’ingaggio della Lazio nel 1999. Simeone fa volare le aquile dritto alla conquista dello scudetto, grazie al suo goal messo a segno in trasferta contro la Vecchia Signora.

El cholo: carriera da allenatore

Il legame con l’Italia resta forte anche in seguito alla chiusura della sua carriera calcistica. Quest’ultima avviene a metà campionato nella squadra argentina del Racing Avellaneda nell’anno 2005. In realtà, Simeone – con addosso la stessa maglia – cambia solo ruolo, spostandosi da quello di centrocampista a quello di allenatore. Il ritorno nel Belpaese avviene nel 2011, quando firma l’accordo contrattuale con il Catania, che – con un totale di 46 punti – supera nella classifica del campionato Sinisa Mihailovic. In chiusura del medesimo anno, Diego stringe un accordo con l’Atletico Madrid, del quale è attualmente ancora l’allenatore. La squadra, sotto la guida di El Cholo, vince la coppa spagnola, due volte il campionato Liga e una volta quello di Supercopa; ancora bissa sia nel campionato della Supercoppa Uefa che dell’ Europa League. Il suo impegno sul campo gli vale la retribuzione di 40 milioni di euro all’anno, senza contare gli introiti delle sponsorizzazioni.

 

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments