mercoledì, Dicembre 7, 2022
HomeLifestyleAntonino di Tale e quale show, chi è? Età, vita privata, mamma,...

Antonino di Tale e quale show, chi è? Età, vita privata, mamma, Amici di Maria De Filippi

Antonino di Tale e quale show – all’anagrafe Antonino Spadaccino – è il vincitore della quarta edizione di Amici di Maria De Filippi (2004). Attualmente è uno dei concorrenti del programma televisivo condotto da Carlo Conti, il venerdì in prima serata.

Antonino Spadaccino: biografia 

Il giovane performer nasce a Foggia il 9 marzo del 1983. La passione per la musica entra nella sua vita sin da quando è un bambino; grazie al papà che lo avvia ad esercitarsi da autodidatta. Gli inizi del nuovo millennio si contraddistinguono per la partecipazione a tantissimi concorsi canori. Tra questi, quello che gli apre le porte è il talent show della regina Mediaset, ossia Amici di Maria De Filippi. Il suo talento artistico non tarda a manifestarsi. Egli ha la possibilità di duettare con i grandi nomi della musica non solo italiana ma anche internazionale, come Gino Paoli, Ornella Vanoni, Lucio Dalla, Michael Bublé e Ricky Fanté. Il pubblico lo adora sia per le sue qualità canore sia per la sua bontà d’animo. Il tutto vale a decretarlo vincitore della quarta edizione della trasmissione televisiva.

Carriera artistica: dal Festival di Sanremo ai riconoscimenti

Antonino calca il palco del Festival della Canzone italiana di Sanremo (2005), duettando insieme al cantautore partenopeo Gigi D’Alessio per il brano in gara L’Amore che non c’è. Nell’estate del medesimo anno avviene l’incontro profetico con il manager Mario Lavezzi, grazie al cui supporto riesce a pubblicare il suo primo singolo, intitolato Ce la farò. Questa produzione scala le classifiche italiane attribuendo al suo portavoce il Disco d’oro per aver venduto 15.000 copie.

Il debutto discografico di Spadaccino avviene nel 2006 con la distribuzione del suo primo album, battezzato con il suo stesso nome. Gli estratti più noti di questo lavoro sono Un ultimo brivido e Nel mio segreto profondo. Il cantante pugliese vola velocemente, e subito due anni dopo esce il secondo album (2008) dal titolo introspettivo Nero Indelebile, dove si fa apprezzare tantissimo il brano Resta come sei. La sua voce graffiata conquista il cuore e le orecchie del pubblico, sia della parte fan che dei professionisti, tanto da fargli aggiudicare il premio Lucio Battisti in qualità “migliore artista emergente”. Tra i riconoscimenti ottenuti, si ricordano la vittoria (2009) al Golden Stag Cerbul De Aur, ossia al festival mondiale della musica tenutosi nella città rumena di Brasov e quella del festival internazionale della musica, presieduto nella cittadina turca di Cesme (2010).

Antonino Spadaccino: coach e concorrente per la Rai

Il cantante italiano si mette in gioco indossando i panni di coach nel programma La pista, condotto da Flavio Insinna (2014/2015), messo in scena in prima serata su Rai 1. L’anno successivo presenta il nuovo singolo Ali nere, preludio dell’album Nottetempo in uscita sempre nel 2016. Il medesimo anno lo premia in coppia con Emma Marrone per aver partecipato e vinto la prima edizione del programma culinario Bake off Italia Celebrity. Oggi è uno dei concorrenti del programma Tale e quale show, dove riesce sempre a sorprendere per le sue esibizioni, riflesso della sua autenticità. Riuscirà ad aggiudicarsi la vittoria di quest’edizione? Restiamo a vedere!

Coming out: vita sentimentale e malattia della mamma

Il 2016 è un anno all’insegna di riconoscimenti e di confessioni. Antonino non si nasconde più e fa coming out sulla sua omosessualità, esprimendo anche il suo sogno d’amore di sposarsi, anche se non conosciamo l’identità del suo compagno. Il cantante sta attraversando una fase delicata della vita, a causa della malattia della mamma. La donna è affetta dall’alzheimer. E come tutti i figli, nemmeno lui è pronto ad accettare l’evolversi di questa malattia, che cancella ogni forma di ricordo e di volto.

 

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments