martedì, Settembre 27, 2022
HomeCulturaCarlo Alberto Dalla Chiesa, chi è? Vita privata, Dora Fabbo, assassinio

Carlo Alberto Dalla Chiesa, chi è? Vita privata, Dora Fabbo, assassinio

Carlo Alberto Dalla Chiesa è conosciuto nell’ambito nazionale-europeo e mondiale, per il suo impegno calato nella lotta alla mafia e al terrorismo.

Carlo Alberto Dalla Chiesa: dalla lotta alla mafia alle Brigate rosse

Carlo Alberto Dalla Chiesa, nato a Saluzzo il 27 settembre del 1920, è il figlio di Maria Laura Bergonzi e di Romano Dalla Chiesa, il quale ricopre l’incarico di generale dei carabinieri. Egli, seguendo l’esempio del padre, entra nell’arma dei carabinieri durante la Seconda Guerra mondiale, dando un grande supporto alla Resistenza. Ultimato questo periodo, si dedica alla lotta contro il banditismo, ossia la criminalità organizzata, radicata specificamente in Campania e in Sicilia. La fede negli ideali della giustizia spingono Carlo Alberto a caricarsi sulle spalle una grande responsabilità. Egli, da un lato, decide di intraprendere l’ardua battaglia contro la mafia di Cosa Nostra. E dall’altro, si concentra sul debellare l’organizzare terroristica delle Brigate Rosse attraverso il nucleo speciale anti-terrorismo.

Da Generale di divisione alla nomina di Prefetto

L’impegno sul fronte nazionale di Dalla Chiesa è promosso progressivamente in primis con la nomina di Generale di divisione, con sede nella cittadina milanese di Pastrengo, al fine di convogliare le attività di tutte le forze di polizia e dei servizi segreti per contrastare il terrorismo. In seguito egli è nominato Prefetto di Palermo, così da poter debellare alla radice l’organizzazione mafiosa di Cosa Nostra. La presenza del generale Dalla Chiesa in Sicilia non è per niente gradita né alle famiglie detentrici del potere né ai politici locali.

Assassinio di Dalla Chiesa

Purtroppo questo malcontento, non molto tardi, sfocia in un tragico delitto a Palermo in Via Isidoro Carini. Il 3 settembre del 1982, a bordo della propria automobile, Carlo Alberto Dalla Chiesa e la moglie Emanuela Setti Carraro sono massacrati dai colpi di un fucile, provenienti da una BMW. Nella stessa circostanza, e sempre con colpi di arma da fuoco, stavolta partiti da una motocicletta, sono bersagliati l’agente di scorta Domenico Russo e l’autista, collocati in un’altra vettura. Il funerale è animato da dolore e da rabbia da parte dei figli Rita, Simone e Nando. In particolare Rita Dalla Chiesa si scaglia contro la politica, che ritiene complice e colpevole dell’assassinio. Anche il popolo è scosso, in quanto ha riposto nel Generale Dalla Chiesa la speranza di vedere la propria terra rinascere.

Carlo Alberto Dalla Chiesa e le sue storie d’amore

Dalla Chiesa, ancor prima di essere un uomo di legge, è un essere umano e come tutti, animato dall’amore. L’incontro della vita avviene a Bari, dove lui si innamora perdutamente di Dora Fabbo. Una storia che convola a nozze e che porta alla luce tre splendidi figli, ovvero Simona, Nando e Rita. Quest’ultima è nota per la sua conduzione dello storico programma Forum. Tuttavia nel 1978, Dora scompare improvvisamente a causa di un infarto alla sola età di 54 anni. La sua morte getta nello sconforto più totale la famiglia, tale da indurre lo stesso Carlo a scrivere un diario, nel quale dà sfogo a tutto il suo dolore. L’affetto, nato successivamente, per Emanuela Setti Carraro, lo porta nuovamente all’altare. Purtroppo il loro matrimonio si conclude nel peggiore dei modi dopo solo 54 giorni.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments