giovedì, Agosto 18, 2022
HomeSalute e benessereCani che mangiano erba: i pericoli, cosa fare

Cani che mangiano erba: i pericoli, cosa fare

I padroni di cani si trovano spesso a gestire l’appetito fuori misura del proprio fido quattro zampe. Non si tratta di un compito semplice, soprattutto quando ci si ritrova a dover affrontare una situazione di emergenza come un cane che vomita. Talvolta, questa situazione incresciosa capita in concomitanza con l’ingestione di erba. (Ti interessa quest’argomento? Leggi di più su MediaValleNotizie)

Ma perché, dunque, i cani mangiano l’erba e cosa fare se il cane vomita schiuma gialla? Ecco tutte le risposte per comprendere meglio l’apparato digerente ed i problemi intestinali del nostro animale domestico.

Cani mangiano erba: perché succede e cosa rischiano?

Cosa accade esattamente quando il cane mangia erba? Il suo, dicono gli esperti, è un bisogno istintivo e probabilmente inarrestabile. Si tratta di un comportamento largamente diffuso e assolutamente normale per questi animali curiosi, che adorano conoscere l’ambiente che li circonda attraverso i sensi. Bisogna ricordare, infatti, che i cani sono molto simili ai bambini piccoli quando si tratta dell’ approccio al mondo esterno. Il loro modo di conoscere e definire il mondo avviene attraverso olfatto, gusto e udito.

Quindi, se durante la passeggiata quotidiana per fare i bisognini il vostro fedele amico non disprezza un assaggino all’erba del prato, non bisogna sorprendersi troppo. Le erbe selvatiche, tuttavia, possono provocare nel cane effetti indesiderati, dannosi o fastidiosi per l’apparato digerente. Più frequentemente di quanto speriamo, dopo aver mangiato l’erba, il cane vomiterà o farà bisogni diversi dal solito.

Cosa è necessario fare, dunque, quando il cane vomita e sembra reagire male all’ingestione di piante?

Il mio cane vomita: come posso intervenire?

Vomito cani: è abitudine dei padroni, anche più esperti, trovarsi davanti al proprio quattro zampe in piena crisi di vomito o diarrea a seguito di un’ingestione. L’istinto non guida sempre bene l’animale nella scelta del suo cibo e spesso si ritrova a mangiare sostanze tossiche per il suo apparato digestivo.

Tuttavia, ingerire erba è sintomo – in casi molto frequenti – di un disturbo pregresso della digestione. I cani se ne nutrono, in qualche modo, per “curarsi“. Il cane decide di mangiare piante o erbe per curare un suo malessere precedente, come una digestione bloccata o uno stomaco molto pesante. L’animale decide, dunque, volontariamente di stimolare una reazione del suo organismo a ciò che lo infastidiva.

Si tratta, dunque, di un fenomeno preoccupante solo nel momento in cui il malessere continua dopo le prime manifestazioni di vomito o feci liquide. Se si tratta di un episodio sporadico, non bisogna allarmarsi più del dovuto.

I sintomi dell’intossicazione permangono: cosa fare?

Se il cane continua a vomitare o a essere sottotono per più di 24 ore, la situazione potrebbe essere allarmante. In tal caso, la soluzione più rapida e sicura è certamente quella di intervenire in tempi brevi e chiamare al più presto un veterinario.

Un intervento tempestivo, infatti, può salvare l’animale da una intossicazione grave o dall’avvelenamento. Non è ancora chiaro con quale criterio questi animali scelgano le erbe da ingerire e spesso possono introdurre nel loro organismo piante velenose o sporche. Bisogna, durante le passeggiate, fare molta attenzione a cosa attira l’attenzione del nostro quattro zampe.

 

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments