domenica, Giugno 26, 2022
Google search engine
HomeLifestyleLettera disdetta affitto: come si scrive? Quando serve?

Lettera disdetta affitto: come si scrive? Quando serve?

Sei un inquilino, o un proprietario, che ha intenzione di disdire il contratto di locazione per evitare una proroga automatica? Sicuramente avrai bisogno di una lettera disdetta affitto, un documento essenziale che va consegnato all’altra parte. Vediamo nel dettaglio.

Come si scrive la lettera disdetta affitto

Innanzitutto, precisiamo che la disdetta dal contratto di locazione è l’operazione con la quale si evita il rinnovo automatico dell’affitto alla scadenza. La risoluzione contratto locazione non deve essere confusa con il recesso contratto locazione: sebbene si stia parlando di due termini che spesso vengono utilizzati promiscuamente, ci sono alcune differenze nette.

Le lettere recesso contratto si inviano nel caso in cui si punti alla risoluzione del contratto su istanza di una parte, prima della scadenza. Per esempio, un contratto di locazione 4+4 potrebbe essere recesso dopo uno, due o tre anni, insomma, prima della fine dei quattro anni. La possibilità è garantita dalla legge in seguito alla presenza di gravi motivazioni o per specifiche ragioni che sono previste dal contratto.

Una disdetta locazione dovrà essere comunicata con preavviso all’altra parte coinvolta. Per la precisione, occorre inviare una lettera disdetta contratto affitto con almeno sei mesi di anticipo oppure entro il termine previsto dal contratto: la lettera sarà inviata a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento oppure tramite PEC, se entrambe le parti sono abilitate alla ricezione e all’invio di posta elettronica certificata.

C’è anche un’altra possibilità da prevedere, ovvero quella di comunicare la volontà di disdire il contratto di locazione alla prossima scadenza attraverso una lettera in duplice copia: una andrà consegnata al destinatario, a mano, un’altra dovrà essere conservata dopo averla fatta firmare.

Ma, all’atto pratico, come fare per scrivere una lettera disdetta contratto di locazione? Per prima cosa c’è da dire che sia fondamentale specificare nell’oggetto che si tratta di una “Disdetta contratto locazione” stipulato in una determinata data. Specificare, quindi, data di scadenza eventuale del contratto in essere.

Nel corpo della lettera va anche specificato il contratto a cui ci si sta riferendo (quindi, riportare tutti gli estremi di registrazione e le date di stipula sono essenziali). Va anche specificata la data di decorrenza della disdetta.

Quando si può presentare la disdetta contratto di affitto?

Precisiamo che i contratti di affitto hanno una durata minima prefissata dalla legge; però, le parti possono prorogarlo e far sì che duri più anni rispetto a quelli previsti. La proroga non richiede una dichiarazione esplicita.

Differentemente, non possibile recedere dal contratto sia da parte del locatore (padrone di casa), sia da parte dell’inquilino (conduttore) se non è inserita qualche clausola precisa nel contratto.

Se non fosse presente, allora la disdetta avrà effetto solo a partire dalla data di scadenza di contratto di affitto: difatti, rappresenta un “non rinnovo”. La disdetta serve proprio per evitare che il contratto si rinnovi automaticamente per un periodo di tempo uguale.

Per evitare ciò, la disdetta va inviata, come visto, sei mesi prima nei contratti di affitto 4+4 e 3+2. Si hanno tre possibilità al termine del contratto: rinnovo alle stesse condizioni; rinnovo a condizioni differenti e disdetta del contratto.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments