venerdì, Dicembre 9, 2022
HomeSalute e benessereFase di bulk: che cos’è? Che differenza c’è con la fase cut?

Fase di bulk: che cos’è? Che differenza c’è con la fase cut?

Quando si parla di massa e definizione spesso si può incorrere nell’errore di non comprendere effettivamente la differenza che intercorre tra questi due concetti. Fisiologicamente, è praticamente impossibile mettere molta massa e definire il proprio muscolo nello stesso momento. Se si ha in mente ciò, si ha in mente già cosa sia alla base della famosa fase di bulk (ovvero la fase di massa) e quella di cut (la fase di definizione). Ma andiamo con ordine.

Che cos’è la fase di bulk?

Cosa significa bulk, quindi? Si tratta non altro che del periodo in cui si punta al massimo aumento di massa. Difatti, durante questo periodo, si privilegia una alimentazione massa pulita, la cosiddetta dieta bulking: d’altronde, è evidente che per aumentare la massa corporea è necessario aumentare l’introito calorico per permettere ai muscoli di nutrirsi e crescere.

Spesso, durante questa fase, si tende a sottovalutare l’aumento di massa magra e dei liquidi sottocutanei: per questo motivo, può succedere che la massa muscolare aumenti a danno della definizione: chi ha un minimo di conoscenza della tematica sa che questa è la base del processo di “appannaggio”, ovvero della poca definizione riscontrata. Ovviamente, periodo di massa non vuol dire che sia concesso consumare qualsiasi alimento e in maniera spropositata.

Impostare una dieta massa bulk non è semplice è sarebbe sicuramente consigliato farsi aiutare da esperti in materia. La dieta bulk, o dieta massa pulita, dovrà generalmente basarsi sull’aumento dell’apporto calorico (con riferimento a carboidrati e proteine, mantenendo costanti i grassi); aumento della percentuale di massa grassa; aumento della percentuale di massa muscolare; aumento della ritenzione idrica. Di solito, questa fase è prevista nei mesi freddi, quando i vestiti sono più pesanti e coprono maggiormente; oltretutto, in questi periodi si predilige un maggior apporto calorico.

Differenza tra fase di bulk e cut

Abbiamo visto quale sia il significato di bulk, ora vediamo, invece, di cosa parliamo quando abbiamo a che fare con la fase di cut. In tal caso trattiamo il periodo in cui si punta al massimo aumento della definizione, mantenendo però la massa muscolare quanto più stabile e costante possibile. Per garantire una maggiore definizione muscolare, si dovrà diminuire la massa grassa assunta, così come quella dei liquidi sottocutanei. Per farlo, è necessario impostare dieta massa in modo efficace e oculato. Alle volte, questa dieta può essere ipocalorica, per cercare di perdere il grasso accumulato in eccesso nella fase di massa.

La definizione, in tal caso, aumenterà a discapito della massa (si assumerà un aspetto più “tirato”). Aumentare la definizione muscolare, però, non vuol dire per forza di cose perdere tutta la massa muscolare accumulata precedentemente. Dovrebbe, invece, significare perdere il grasso continuando a spingere sugli allenamenti per mantenere la massa muscolare elevata.

Quanta massa magra in un anno si dovrà guadagnare è soltanto un esperto che potrà dircelo. Generalmente, potremmo dire che la fase di cut preveda la diminuzione dell’apporto calorico, con riferimento ai carboidrati in primis e stabilendo i grassi. Anche le proteine dovranno essere assunte in quantità medio elevata. Si verificherà una perdita di percentuale di massa magra e dovranno essere effettuati degli allenamenti a bassa intensità, con pesi minori e maggiori serie e ripetizioni.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments