venerdì, Dicembre 9, 2022
HomeEconomiaPrezzi petrolio e benzina, l'andamento delle prossime settimane, ecco quanto spenderemo

Prezzi petrolio e benzina, l’andamento delle prossime settimane, ecco quanto spenderemo

Continua inesorabilmente la crescita del prezzo gasolio. L’osservatorio carburanti ( osservatorio prezzi carburanti), e le varie rassegne periodiche redatte con lo scopo di rendere sempre più trasparente le informazioni sul costo benzina, prezzo gpl, costo gpl e non solo, sono davvero di grande aiuto anche per ipotizzare in modo più preciso l’andamento dei prezzi nel lungo periodo. Quando si parla di prezzi gasolio, costo gasolio, costo diesel, costo metano non bisogna pensare solo alla ricerca del benzinaio vicinanze o dei benzinai vicino a me, ma a tanti altri fattori che influenzano l’economia di tutto il mondo.

Se c’è qualcosa che influenza e non poco l’andamento economico e delle borse è il prezzo del petrolio a cui si ricollega il prezzo diesel. Senza il petrolio l’economia mondiale perderebbe uno degli elementi principali ed è proprio per questo che gli investitori tengono sempre sotto controllo i valori e i cambiamenti di mercato. Come incide il prezzo del petrolio su quello della benzina? Cosa cambia nella definizione dei prezzi? Proviamo a capirci di più!

Prezzo benzina e petrolio: cosa c’è da sapere

Prima di entrare nel dettaglio dei “prezzibenzina” è importante sapere che le due più diffuse tipologie di petrolio sono:

  • il WTI: estratto negli Stati Uniti, soprattutto in Texas, motivo per cui è conosciuto anche con la denominazione West Texas Intermediate;
  • il Brent: estratto nel Mare del Nord.

Ad oggi il petrolio vale oltre 90.000dollari e stando alle previsioni attuali entro la fine del 2022 potrebbe raggiungere i 99,50 dollari al barile. Il prezzo di gasolio e benzina è sempre in continua crescita e questo è emerso anche dall’ultima rassegna dei prezzi dei carburanti e dei combustibili elaborata direttamente dall’ufficio di statistiche energetiche che fa capo al Ministero della Transizione. Nello specifico a gennaio 2022 il prezzo della benzina si è fermato a 1.764,74 € al litro, mentre il prezzo del gasolio auto si è fermato a 1.632,10 €.

Prezzi carburanti e compagnie petrolifere

E’ inutile negare che in tutto ciò un ruolo rilevante è quello occupato dalle compagnie petrolifere. Sembra anche che queste stiano riducendo le estrazioni petrolifere. Queste potrebbero addirittura diminuire del 15% entro il 2030 e alcune compagnie del vecchio continente potrebbero dimezzare la quantità di greggio prelevata dai vari giacimenti. A supporto di ciò si ricorda che la stessa azienda Eni ha confermato che a partire del 2025 comincerà a diminuire la produzione. Allo stesso modo però si ipotizza che ad incidere sui prezzi sarà anche la diversificazione della produzione energetica.

Nel frattempo il prezzo della benzina continuerà a salire e volendo fare una stima per i prossimi mesi non si può non fare riferimento ai prezzi dell’ultimo periodo. Il rincaro dei prezzi carburante iniziato a novembre 2020 non si è ancora assestato ad un livello stabile. Basta pensare che il prezzo della benzina è passato da 1,248€ al litro a 1,796 € al litro di gennaio 2022, il diesel da 1,255 € al litro a 1,667 € al litro e il GPL da 0,592 a 0,817 € al litro. Gli aumenti del prezzo della benzina verificatosi anche a gennaio 2022 derivano da tutta una serie di fattori come la ripresa delle attività economiche dopo la pandemia o le varie questioni internazionali.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments