lunedì, Giugno 27, 2022
Google search engine
HomeSalute e benessereSmettere di fumare senza ingrassare, è possibile? Testimonianze, dieta apposita

Smettere di fumare senza ingrassare, è possibile? Testimonianze, dieta apposita

E’ piuttosto diffusa la convinzione secondo cui chi smette di fumare prende, subito dopo, peso. Tuttavia, tale processo non è un automatismo. Il meccanismo di ingrassamento che si viene a verificare dipende, in gran parte, dalle scelte che compie quella data persona. In poco tempo, in poche settimane dopo aver smesso di fumare, un individuo può ingrassare anche di 4 o 5 chili. Perchè? Cosa succede quando si smette di fumare? Come si smette di fumare senza ingrassare?

I ricercatori hanno scoperto che quando qualcuno si congeda dal vizio del fumo, si viene a determinare, in questi, un incremento dell’appetito. Quando smetti di fumare, il metabolismo basale risente fortemente delle conseguenze che tal atto provoca, finendo per scatenare una voracità che pare incolmabile.

E’ scientificamente provato che smettere di fumare fa ingrassare, ma la primaria responsabilità è nostra: spesso, fumiamo per scaricare la tensione, ed è facile che, una volta abbandonato il fumo, ci si butti a capofitto in spuntini giornalieri riproducenti la stessa gestualità associata al consumo del tabacco.

Ad ogni modo, quando sappiamo bene come regolarci e conosciamo bene le precise direttive da seguire, cessare di fumare fa dimagrire.

E’ stato ampiamente dimostrato che, nel giro di un anno dal definitivo addio al fumo, una moltitudine di persone abbiano poi dedicato il loro tempo alla cura del proprio corpo, rendendolo maggiormente esile e tonico.

Sul web è, difatti, possibile consultare una raccolta di testimonianze che depone a favore di chi ha pronunciato la fatidica frase “Smetto di fumare”.

Smettere di fumare: benefici giorno per giorno

Fra i vari post pubblicati sui siti Internet, riportiamo quello di Paolo, 51 anni, che, in data 24 gennaio 2019, scrive: “Ho smesso di fumare esattamente dieci mesi fa, dopo venticinque anni di fumo. La prima settimana è stata durissima, fra tremori e crisi di astinenza da nicotina…dopo un mese, ho cominciato a stare meglio e a fare sport. La mia vita è cambiata, son dimagrito e tonico ed ho molta più energia.”

Per descrivere esperienze più recenti, possiamo anche citare quella di Claudia, 39 anni, la cui testimonianza è datata al 24 agosto 2021. Claudia scrive: “Sono passati 6 mesi da quando ho smesso di fumare, grazie ai cerotti per i primi 2 mesi. Poi ho smesso anche coi cerotti e, a parte un po’ di nervosismo da gestire, tutto è andato  bene. In effetti, i miei ultimi anni di fumo sono stati completamente privi di piacere e pieni di sensi di colpa e mi rendo conto oggi che è stato più difficile fumare che smettere!”

“Smettiamo di dire che è così difficile smettere di fumare senza ingrassare, io ho smesso senza ingrassare di due kg.” aggiunge poi, alla fine del suo commento che riporta le vicende successive all’abbandono del tabacco.

Come smettere di fumare senza ingrassare?

La domanda che a questo punto ci si pone è più che legittima. Qual è il metodo più efficace che consente di non accumulare peso, dopo aver smesso di fumare?

Una delle tesi elaborate e maggiormente sostenute dagli esperti illustra come come l’assenza di nicotina comporti un rinvigorimento delle mucose della bocca, con conseguente crescita di appetenza. La risposta al precedente quesito è, allora, semplice: occorre sapere cosa mangiare.

Da evitare assolutamente sono le diete drastiche. Se si è proseliti, invece, di un regime alimentare normo calorico o lievemente ipocalorico, che include tre pasti completi (comprendenti carboidrati), i risultati sono garantiti, già dopo un mese senza fumare.

Resistere all’imperativo mentale “voglio fumare”  è, dunque, giusto e salutare.

 

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments